ABISKO e l'aurora boreale - Quando il cielo si illumina in Svezia


Siamo in Svezia, nel Parco Nazionale di Abisko, esteso per 77 km² al confine con la Norvegia e a un'ora di auto da Kiruna.


Abisko è considerata il tempio delle aurore boreali, a 200 km dal circolo polare è uno dei posti migliori al mondo per vedere, come la chiamo io, lo spettacolo della danza verde.

Il parco nazionale d'Abisko è il più antico della Svezia, comprende la valle formata dai ghiacciai dell'entroterra, attraversata dal fiume Abiskojokk che nel corso degli anni ha scavato un incredibile canyon; il fiume si immette  poi nel lago Torneträsk, il più grande della Scandinavia. 





DOVE DORMIRE AD ABISKO 



L'hotel ideale per soggiornare e per partire alla scoperta di questi meravigliosi posti è il STF Abisko Turiststation, un piccolo villaggio turistico a pochi chilometri dal paese di Abisko.


Un albergo multifunzionale che offre svariati servizi, tra cui un ristorante panoramico, un bar, una sauna, una piccola biblioteca, un market dove è possibile noleggiare attrezzature per la neve, una reception efficiente aperta 24 ore su 24. 






Un accoglienza calda nel freddo ghiacciato della lapponia svedese, se vi serve qualcosa qui lo troverete! Ma badate bene, se avete l'auto è conveniente fare spesa al Godis Fabriken supermarket aperto dalle 10 alle 21 che dista solo un paio di km dall'hotel!



Alla reception è possibile prenotare escursioni extra con guide esperte, scegliendo tra ben 13 pacchetti; le attività da fare sono molteplici, a seconda dei vostri gusti e delle vostre necessità! 

Tra le tante escursioni proposte dall'hotel, da metà novembre a fine marzo è possibile prenotare il pacchetto "Northen Light" ovvero l'osservazione dell'aurora boreale dal STF Aurora Sky Station con cena tipica nel medesimo rifugio.

Indossando tute termiche si sale con la seggiovia fino al Monte Nuolja a 900 metri d'altezza, e da una grande terrazza all'aperto con il cielo sereno, si può ammirare il fenomeno dell'aurora boreale.

Il mio consiglio è quello di informarvi prima sulle condizioni meteorologiche della serata, personalmente abbiamo rinunciato a questa esperienza causa il forte vento e il cielo parzialmente nuvoloso, dato che il costo del pacchetto era notevole abbiamo optato per vedere l'aurora boreale vicino all'hotel.

La nostra serata non è andata male, anzi, è stata avventurosa, muniti di torcia e coperti bene, siamo scesi al parcheggio dell'hotel e ci siamo addentrati verso le sponde del lago di Torneträsk dove l'inquinamento luminoso è quasi inesistente.


L'unica nostra paura era quella di incontrare qualche alce che passeggiava tranquilla nel bosco, ma insieme ad un gruppo di giapponesi ci siamo uniti e ci siamo fatti coraggio.
Senza parlarci, spinti credo dall' istinto di sopravvivenza, abbiamo unito le nostre luci e iniziato a camminare nel silenzio della notte, eravamo un gruppo compatto alla ricerca dell'aurora boreale!

Ci siamo trattenuti ben poco sulle sponde del lago ghiacciato, dopo averla vista danzare per un attimo siamo ritornati indietro, i gradi erano 30 sotto lo zero, il vento gelato soffiava forte! Impossibile tirare fuori le mani per scattare le foto, si rischiava l'ustione senza guanti!




COSA VEDERE E COSA FARE AD ABISKO




Ritornando a prima, avendo usato il nostro metodo preferito del "fai da te", le escursioni non ci sono servite, ma sarei stata curiosa, se avessi avuto abbastanza tempo a disposizione, di provare una bella ciaspolata all'interno del parco di Abisko, cosa che però abbiamo fatto il giorno dopo a Kiruna.


Dall'Abisko Turiststation è possibile intraprendere alcune passeggiate e trail, in inverno ovviamente è sconsigliato fare di testa proprio, soprattutto in certi sentieri, ma se siete come me che vi affascina il potere delle neve è stupendo!  


Paesaggi gelati da "the day after tomorrow", il sole timido che si vede per poche ore al giorno, il silenzio della neve che incanta e spaventa.

Dopo aver visto un Abisko innevata e total white, la mia curiosità è quella di vedere i colori accesi delle foreste di betulle, il blu intenso dei laghi e il cielo azzurro.


Insomma, quando si parte?

Le esperienze da vivere sono diverse, dalla caratteristica gita in renna alle arrampicate sulle pareti ghiacciate, le attività invernali acquistano una magia speciale ed è possibile comunque vedere tantissime cose.


Qui di seguito vi propongo una piccola lista di cose da vedere per il vostro soggiorno invernale a Abisko. 



ABISKO CANYON 


Abiskojåkka Canyon è una delle ragioni per cui Abisko è diventato Parco Nazionale.
Un sentiero ad anello di 30 minuti che costeggia il fiume, con numerosi punti d'osservazione per vedere la gola che il torrente ha formato, una passerella in legno con ponti e piattaforme per pic-nic estivi da dove poter ammirare la bellissima cascata, che d'inverno diventa ghiacciata.

IL CAMPO SAMI



Dal STF Abisko Turiststation si raggiunge facilmente con un camminata di circa 1 km il campo Sami, una ricostruzione di come viveva a popolazione Sami alla fine del XIX secolo.

I Sami sono un popolo indigeno che viveva cacciando, pescando e allevando renne. 
Un popolo nomade che si spostava a seconda delle stagioni nella tundra artica costruendo piccole casette come è possibile vederlo in questo museo a cielo aperto.


Dopo aver superato la stazione dei treni, si entra nel bosco di betulle e si iniziano ad intravedere le piccole casette in legno, capanne e oggetti della tradizione Sami.




PADDUS


Se si prosegue il sentiero dopo 6 ore si arriva al Bàddosdievvà, un sito sacro dove i Sami facevano sacrifici ai loro Dei. 





NATURUM ABISKO

A pochi passi dall'hotel troviamo questo museo, dove è possibile trovare esposizioni e informazioni sul parco, un negozio e una libreria.

ABISKO STATION





Una piccola stazione ferroviaria in mezzo alla Lapponia svedese, qualche panchina, pochi treni e un orologio che scandisce bene il tempo, stiamo forse aspettando il Polar Express.







IL SENTIERO DEL RE - KUNGSLEDEN



Parte proprio qui, a pochi passi dal Villaggio di Abisko uno dei trekking più belli e selvaggi dell'Europa del Nord.

Il Sentiero del Re o il Kungsleden è lungo circa 430 km e attraversa ben quattro parchi nazionali: Abisko, Stora Sjöfallet, Sarek e Pieljekaise.

Il sentiero è di media difficoltà, attraversa panorami mozzafiato, montagne incantate, corsi d'acqua e si ha la possibilità di dormire nei rifugi lungo il percorso. Il percorso più frequentato è quello che da Abisko porta fino alla montagna più alta della Svezia, il Kebnekaise.
Sia d'inverno con l'aurora boreale, sia d'estate con il sole di mezzanotte è un modo per conoscere la Svezia selvaggia e a stretto contatto con la natura, con la fortuna in certi casi, di vedere numerose specie di animali!
Mi raccomando l'attrezzatura adatta e informarsi sempre prima di partire all'ente del turismo!





→ Vi lascio alcuni link per avere maggiori informazioni:








Nessun commento: