L'isola di MYKINES - Isole Faroe

Cari viaggiatori, oggi vi porto alla scoperta di un'isola selvaggia, piccola e nascosta.
Vi porto nelle Faroe Island, un piccolo arcipelago di isole danesi, un piccolo paradiso ancora inesplorato e fuori dai circuiti di massa.
Ma veniamo a noi, se state programmando un viaggio proprio alle Isole Faroe, sicuramente avete inserito nel vostro itinerario l'Isola di Mykines.


Per raggiungerla ci sono due opzioni, entrambe condizionate da forze maggiori ovvero il meteo.
Quindi se le condizioni metereologiche ve lo permettono potrete scegliere di raggiungere l'isola con elicottero dall'aeroporto di Vagar oppure prendendo il traghetto dal porto di Sorvagur.

Se volete sorvolare l'isola prendete l'elicottero, è una spesa accessibile ed è un'esperienza unica che vi portarà in pochi minuti a Mykines.
Per info e prenotazione biglietti cliccate qui 




Non da meno è  l'esperienza con il traghetto dal porto di Sorvagur potrete ammirare i faraglioni da vicino fotografando le numerose specie di uccelli che migrano verso le piccole calette.
I biglietti sono acquistabili prenotandoli in anticipo online.
La barca parte tutti i giorni alle ore 10.20. e ritorna alle 17.00 in alta stagione è meglio prenotarli con largo anticipo al costo di 17,50 euro andata e ritorno a persona. 
Per saperne di più cliccate qui.

Tra tutte e due quella che ho ritenuto più conveniente e facile da gestire è prendere il traghetto.  

Arrivando con la barca si ha la possibilità di vedere i faraglioni, i tantissimi uccelli che ne fanno da padroni e di godersi qualche ore di relax in mare aperto.
Si sbarca nell'unico porticciolo a disposizione, ed insieme ai passeggeri si scaricano i beni di prima necessità provenienti dall'isola principale.

Dopo tantissimi scalini, si arriva finalmente al paese, ci troviamo subito dentro ad una favola di elfi, piccolo ed intimo, silenzioso e magico.

Per il poco tempo a disposizione visto che la barca riparte alle 17 decidiamo subito di fare il trekking principale dell'isola, arrivare fino al faro di Mykinesholmur, un isolotto collegato con un ponte sospeso a 35 metri d'altezza in una gola affascinante. 

Un percorso molto avventuroso che parte subito per come una salitona non indifferente, ma tenetevi forte, quello che vedrete una volta arrivati ne vale veramente la pena.

Ad aspettarvi dopo la salita ci saranno tantissimi puffins che incuriositi vi guarderanno perplessi perché la vostra faccia cambierà espressione, stupore e gioia.
Loro erano lì ed era così naturale vederli..



Una delle principale cose che spinge a venire a Mykines sono proprio loro, questi piccoli e buffi animaletti: i pulcinella di mare.


Le pulcinella di mare vivono all’incirca 20 anni, il loro habitat naturale è il mare e si spostano sulla terraferma solo per l’accoppiamento e la riproduzione: fedeli con la propria compagna per tutta la vita, di anno in anno conservano anche lo stesso nido. Come non restare affascinati!

Copyright © Fermata Spettacolo - Leggi l'articolo http://www.fermataspettacolo.it/viaggi/isole-faroe/mykines-paradise-of-birds-la-dove-vivono-i-puffin
Con rispetto e in silenzio facciamo qualche foto e riprendiamo il sentiero.

Un percorso a zig zag tra pecore, caprette e scorci mozzafiato sull'oceano, con il vento forte facciamo fatica a camminare, bisogna prestare molta attenzione perché in certe zone il burrone è praticamente sotto di voi!!
Il tratto più "difficile" è sicuramente la discesa verso il ponte che congiunge le due isole, ma con l'aiuto di corde e scalette improvvisate ne riuscirete indenni. 


Abbiamo notato che molti si sono spaventati e sono ritornati indietro, ma sinceramente è solo quello il tratto critico, e con calma e aggrappandovi in ogni dove riuscirete a procedere.
Ecco, vi consigliamo di mettere dentro al vostro zaino la macchina fotografica e guardare dove mettere i piedi,  perché il vostro sguardo sarà attratto dai puffins che vi voleranno sopra di voi a pochi cm,  a me hanno lasciato anche un ricordino!!Fortunata? 
Beh, secondo i punti di vista!

Salite e discese continue, scogliere a picco sull'oceano, la natura che regala panorami da togliere il fiato.


Il faro sembra un miraggio e ci facciamo prendere un po' dalla fretta per paura di non fare in tempo a ritornare in tempo per il traghetto.
Alcuni tratti sono recintati, e se vedete "CLOSE THE GATE" non è perchè non dovete accedere, ma perchè una volta che passate dovete chiuderlo subito dopo, perchè quel punto è pericoloso per le numerose pecore che abitano l'isola.

Dopo il ponte, e stradine sconnesse attraversiamo le cime verdi e appuntite come niente fosse e in 2 ore siamo al faro.



Ci fermiamo a mangiare qui, seduti a terra con davanti l'oceano, il rumore dell'oceano e il vento che diventa sempre più potente... ma in che posti siamo capitati?
Fuori dalla realtà, fuori dalla nostra immaginazione, fuori da tutto quello che avevamo visto prima d'ora nella nostra vita.

Ritorniamo indietro e ci mettiamo incredibilmente di meno, ci fermiamo vicino ai puffins senza disturbarli, sono tantissimi e li scrutiamo così tanto che li vediamo uscire dalle loro tane, addormentati e pronti per prendere il volo per poi ritornare con la boccuccia piena di pesciolini!
Il loro habitat è il mare ma si spostono nella terra ferma per l'accoppiamento e per la riproduzione, fedeli alla propria compagna per tutta la vita e alla loro tana.




Rimaniamo in silenzio e ci facciamo una scorpacciata di questo meraviglioso spettacolo che la natura oggi ci ha regalato, scrutiamo il paesello d'alto, è arrivato il momento di scendere e perlustrare il centro abitato fatto di poche case e di una manciata di abitanti.

  Nessuna auto, una pista di atterraggio per l'elicottero, tanti sentieri per fare trekking, pochi rumori che creano scompiglio a questa pace, come quello del ruscello e dei bicchieri nell'unico bar- albergo che c'è nell'isola.

Un gatto, una fontana, una chiesa, servizi igienici gratuiti, il prato sotto e sopra al tetto delle case. Niente di più.
Passeggiamo e bisbigliamo, non vogliamo disturbare questo quadretto perfetto! 
 
Una giornata fantastica i colori, la voce del vento e dei mille uccelli che ci abitano sono chiusi in una cassetto speciale dei ricordi dentro il mio 💖 .
Se dovessi pensare al paradiso..forse lo immaginerei cosi.

Nessun commento: